fbpx

Riduci il Carico Fiscale della tua Azienda con il Tax Planning Internazionale

top hero img

Aprire un conto corrente personale in remoto

conto corrente remoto

Per anni i furbetti (gli evasori fiscali) hanno fregato gli Stati europei portando i soldi in paradisi offshore, non dichiarandoli. Frodi carosello, conti correnti nascosti all’estero, società anonime, trust in Centro America, società con azioni al portatore. Sono solo alcune delle truffe che gli evasori hanno messo in piedi nel corso degli anni.

La lista delle strategie per evadere le imposte è lunghissima. Dagli anni ‘80 se ne sono fatte di tutti i colori, ma dal 2014 l’OCSE ha varato questa normativa firmata da numerosi paesi che pone un limite a questa situazione esasperata: il Common Reporting Standard (CRS).

Il problema è che per frenare le truffe fiscali, i paesi hanno fatto ricadere sulle banche l’onere di individuare gli evasori. Quindi dal 2014 le banche sono tenute a controllare la provenienza dei fondi dei loro clienti. Se una di queste commette l’errore di aprire il conto corrente a un evasore fiscale, questa paga multe salatissime.

Oggi le banche sono oberate di scartoffie e di responsabilità e la maggioranza di loro ha preferito chiudere i rubinetti piuttosto che continuare a fare business. Cosa vuol dire chiudere i rubinetti? Significa che non ti aprono più conti correnti con la sessa facilità di qualche anno fa. Anzi, molte banche hanno proprio smesso di aprire conti correnti a chiunque.

Le poche banche coraggiose che ancora aprono conti correnti hanno reso molto più complicato il processo. Ora devi fornire più documentazione, più prove e attendere molto più tempo per avere un conto corrente. 

Ma non è tutto. E’ estremamente complicato avere un conto corrente per non residenti, ma è quasi impossibile avere un conto corrente per non residenti in remoto. Sono pochissime le banche che ancora offrono questo servizio. E’ troppo rischioso aprire un conto corrente a uno sconosciuto, c’è il rischio concreto che per aprire un conto corrente di 50.000 euro la banca debba pagare una multa di 500.000 euro. Il gioco non vale la candela.

E’ diventato impossibile avere un conto corrente in remoto. Ma soprattutto molte banche hanno deciso di non aprire conti correnti a non residenti.

Il CRS ha generato contraddizioni in molti ambiti

Ciò ha generato molte contraddizioni, si pensi alla E-Residency estone, dove da un lato il governo promette la E-Residency per nomadi digitali che non vivono in Estonia e dall’altra le banche estoni rifiutano di aprire conti correnti a coloro che non vivono in Estonia. Ciò obbliga molti imprenditori a dover far ricorso a conti online come transferwise che però non sono banche, ma sekmplici istituzioni finanziarie,  e non possono essere collegate a molti sistemi di pagamento come Paypal.

Questa normativa OCSE sta rendendo difficile il business per moltissimi imprenditori europei

L’Economist ha definito il processo avvenuto a seguito del CRS: The Great Unbanking (ovvero il grande processo di debancarizzazione per indicare che le banche hanno iniziato a ritirarsi, non aprendo più conti correnti)

Aprire un conto corrente in remoto si può

Ormai è impossibile aprire un conto corrente in remoto, ma tramite il nostro studio è ancora possibile. L’unico modo per aprire un conto corrente personale in remoto è quello di rivolgersi alla nostra struttura e a qualche altra struttura nel resto d’Europa.

Abbiamo buoni rapporti con numerose banche nel mondo e conosciamo i professionisti in grado di aprire conti correnti in remoto sulle principali piazze: negli USA, in Unione Europea e in Regno Unito.

Abbiamo i contatti e le relazioni giuste per permettere a un imprenditore digitale di aprire un conto corrente senza doversi recare sul posto.

Basta solamente pagare la fee di setup e ci vedremo su Skype, su Threema o su Signal per discutere del setup del tuo conto corrente in remoto.

Quando dico in remoto significa 100% in remoto. Non dovrai recarti sul posto per nessun motivo. E soprattutto si tratta di vere banche tradizionali, non di servizi online come Transferwise o N24. Si tratta di banche tradizionali con filiali, sedi, sportelli, impiegati, IBAN…

Niente di digitale o di smart. Sto parlando della normale banca, ma che grazie al nostro rapporto di fiducia mantiene ancora aperto un canale di apertura conti in remoto. Ovviamente se ti rechi tu da solo non te lo apriranno mai in remoto. Semplicemente noi conosciamo le persone giuste.

Per aprire il tuo conto corrente in remoto clicca qui : APRIRE CONTO CORRENTE IN REMOTO